ALBANESE, ARABO, BULGARO, CATALANO, CECO e SLOVACCO, CINESE, DANESE, EBRAICO, FARSI, FINLANDESE, FRANCESE, GIAPPONESE, GRECO, INGLESE, IRLANDESE, NORVEGESE, OLANDESE (FIAMMINGO), POLACCO, PORTOGHESE, ROMENO, RUSSO, SERBO-CROATO, SLOVENO, SPAGNOLO, SVEDESE, TEDESCO, TURCO, UNGHERESE ed altri.
Le traduzioni giurate sono atti pubblici che assumono ufficialità mediante attestazione del traduttore sulla fedeltà della traduzione convalidata da un giuramento prestato dinanzi al Cancelliere del Tribunale oppure al Giudice di Pace. La traduzione giurata è richiesta per la presentazione di documenti ufficiali alle autorità nazionali ed estere.
Il servizio di giuramento viene eseguito prevalentemente da traduttori madrelingua iscritti agli Albi dei Consulenti Tecnici del Tribunale ed al Ruolo Periti ed Esperti della C.C.I.A.A. Le traduzioni esenti da bollo per legge (adozioni, borse di studio, divorzio, lavoro e previdenza, ecc.) devono riportare sul verbale di giuramento gli estremi della legge che prevede l’esenzione.
La legalizzazione consiste nell’attestazione della qualità legale del pubblico ufficiale che ha apposto la propria firma sull’atto pubblico nonché dell’autenticità della firma stessa. La procedura di legalizzazione ha luogo attraverso l’apposizione dell’Apostilla. Modalità e tempi di consegna: la procedura della legalizzazione richiede circa quattro giorni lavorativi.